Trovate qui gli altri Ircocervi e qui la spiegazione del gioco.

antonio-canoa-amore-e-psiche-che-remano

Antonio Canoa (Possagno, Treviso, 1757 – Venezia, 1822)

Amore e Psiche che remano

(1813 – 1819 circa)

Marmo di Carrara, lunghezza 407 cm. New York, Guggenheim Museum.

Il gruppo scultoreo, immeritatamente trascurato dalla critica e poco noto al pubblico, riprende un tema già sperimentato oltre trent’anni prima, su commissione del marchese di Trompe L’Oeil. Personaggio eccentrico, il marchese volle coniugare l’amore per le belle arti con la sua passione per il canottaggio, chiedendo al maestro veneto questa così atipica opera scultorea. In essa vediamo innanzitutto la grande mobilità dei due personaggi, estrapolati dal loro celebre mito e incastonati in una così inusuale situazione; gli atteggiamenti, così umani pur nella calma olimpica che pervade l’intera arte del Canoa, ci mostrano, qui più che in ogni altra sua creazione, le loro specificità, anche attraverso alcuni simboli esteriori, che rimandano chiaramente al significato allegorico dei personaggi. Il tutto, con la consueta, sorprendente perfezione, che caratterizzò l’opera del noto scultore.

Annunci