di Stefania Ferrazzi

Leoni in lotta

Li ho osservati muoversi come leoni selvaggi,

sfidarsi,

fronteggiarsi

in attesa di cominciare.

Uno

 il riflesso

dell’altro.

Ho guardato i corpi

tesi a colpirsi,

allungarsi invece

 in un abbraccio.

Nati

dallo stesso

grembo.

Li ho sentiti urlare senza Dio

scagliando coltelli nel cuore dell’altro,

gridarsi poi scusa con gli occhi

incapaci di prendere sonno.

La stessa primavera

negli occhi verde liquido.

Li ho visti ignorarsi per giorni,

darsi le spalle emulando indifferenza.

 cercarsi poi nella folla,

sorridendosi impercettibilmente.

Uniti

dallo stesso

sangue.

Li ho visti fingere odio

celando

una tenerezza

infinita.

Fratelli.

(A te, che mi hai ispirata)

Annunci