di Stefania Ferrazzi

COMPOSIZIONE-CADUTA

Mai avevo concesso,
dei miei sensi,
lo sfiorare i capillari più sensibili.
Danzando sul dorso dei miei mostri,
hai detto «troppo»
cadendo,
che è stato troppo.
Ti sei arreso
poi voltato,
ed è stata
fine.

Annunci