L’idraulico

di Gianluca Berno

L'idraulico

 

Non ce l’abbiamo con gli idraulici, solo con quelli che non emettono fattura. Metro: endecasillabo sciolto (senza rime), tipico delle tragedie di Alfieri o del celebre carme Dei sepolcri di Ugo Foscolo.

Finito d’aggiustare il lavandino,

si volge alla cliente soddisfatta

per dirle quanto costa l’intervento.

Ma come, dopo tanta e lunga attesa,

il bimbo ch’aspettava i videogiochi                             5

scarta il pacco de’ nonni e dentro trova

l’immancabile maglione rossastro,

preso al mercato con due spicci, e fuori

sorride, ma dentro grida vendetta;

tale rimane allora la massaia                                      10

quand’il tecnico, con sorriso untuoso

le dice: «Signora, son centotrenta

Euro con la fattura; senza, sono

solo cento». Ed ella, che non ignora

l’economia precaria della casa                                   15

e quanto il marito si spezzi ogni

giorno la schiena per quei pochi soldi,

a malincuore si rende complice

del misfatto infame, del parassita

sociale che è venuto a ripararle                                  20

un guasto ed a farne un altro; ma vedi

meno la magagna, se la pagano

tutti quanti, e non soltanto qualcuno.

Ma caro idraulico, verrà vendetta

prima o poi, che ti stronchi ‘l portafogli                    25

e non sempre ai soliti faccia pesar

la pessima abitudine italiana

di badare soltanto all’orticello

proprio – e se per farlo, ne va di mezzo

qualche innocente, meglio: sì come se                      30

vi fosse un premio in più per quella gente

che riesca a far del male in supplemento.

Annunci