InVERSIone

di Gianluca Berno

images-1

Il seguente componimento è un sonetto (due quartine e due terzine di endecasillabi). Ma, a differenza dei sonetti normali, è “capovolto”, nel senso che non ha uno schema di rime, bensì di anafore  (ripetizioni ad inizio di verso), secondo lo schema ABBA – BAAB – CDC – DCD.

  Fermo ad aspettar che passi l’autobus,

controllo di frequente l’orologio,

contro ‘l vetro poggiato e alla cartina.

Ferisce il sole lo sguardo mio, mentre

controllo ancora l’ora: ma forse s’è        5

fermata la lancetta, è impossibile!

Ferreo orario sperar non lice, pare;

contro ‘l buonsenso, con fede sicura

l’aspetto. Se di petrolio dobbiamo

morir, sia almeno usato con criterio.     10

L’aspetto, perciò, lasciandomi sfilar

mortalmente pallide auto dinnanzi,

l’asfalto mirando, mentre crepita

morto, sotto il sole del mezzogiorno.

Annunci