di Stefania Ferrazzi

Anaffetivo

«Canta ancora, canta per me»

ti ordinai.

E tu

tremante e coi capelli arruffati,

mi donasti i tuoi ultimi

respiri.

Con delicatezza

tolsi le catene

dalla tua bianca bellezza,

chiusi gli occhi

e cominciai

a dimenticare.

Annunci