di Gianluca Berno

Leonardo

Questa poesia è in settenari sciolti (senza rime) ed è la prima di una serie di omaggi alla mia Milano.

Al centro della piazza,

tra la gente che passa

indifferente, il genio

sta, guardando la vita

scorrergli sotto il naso.

Al Palazzo, l’immagine

del potere, egli volge

le spalle; né guardare

il teatro di fronte

egli osa, della musica

non sentendosi degno.

Ma osserva interessato

le persone, amando

scrutare in tutte loro

quell’umanità al centro

di tutti i suoi pensieri.

Annunci