Proverbi Irriverenti/5

di Gianluca Berno

Quinta puntata dei proverbi irriverenti. Rinnovo il cortese invito a quei lettori, che abbiano la possibilità di commentare, di fornire suggerimenti, se ne avessero. Come diceva il grande Giorgio Gaber: «Libertà è partecipazione».

XXI

«Errare è umano». Non importa, ti metto 2 lo stesso.

XXII

«Casa, dolce casa». Mutuo. Un po’ meno dolce.

XXIII

«Verba volant, scripta manent». Per questa ragione, quando guardate un talk-show in campagna elettorale, tenete a portata di mano un blocco per gli appunti.

XXIV

«Parla come mangi». Nel mezzo del cammin di nostra vita, / mi ritrovai per una selva oscura… beh, che volete? Sono un buongustaio.

XXV

«Cogito ergo sum». Tanta gente, alla luce di questo principio, risulta un fenomeno inspiegabile.

Annunci