di Giorgio Agosta del Forte

Mongolfiere al tramonto

Per far innamorare

quelle ragazze che

sono accarezzate da

un qualcosa di indistinto,

ovvero quelle ragazze

con i super-poteri,

come: mandarti in cortocircuito

il cuore soltanto con uno sguardo

ben assestato,

o farti sentire in un brodo di giuggiole

tenendoti semplicemente la mano,

e via dicendo, fantasticando

con altri poteri…

(Ma forse,

a pensarci bene,

queste ragazze

non sono proprio ragazze,

o meglio sono ragazze che

sono solite chiamarsi 

donne.

Allora…

ricomincio).

Per intrappolare il cuore

delle donne,

bisognerebbe avere delle pieghe

nell’animo.

Sapete,

le stesse pieghe che facciamo

alle pagine dei nostri libri preferiti,

in cui abbiamo sottolineato

la frase del cuore,

quel turbinio di inchiostro

e carta che ha aggiunto

un’emozione sconosciuta

al bagaglio dei nostri sentimenti.

Lo scotto per avere quelle pieghe

sono una buona dose di sofferenza,

un po’ di sano umorismo

e una legittima irrazionalità.

Ma forse, per far colpo

sulle donne,

optando per una via

decisamente meno tumultuosa,

sarebbe meglio portala

a vedere i tramonti

e le mongolfiere

in Cappadocia,

e lei così si strofinerà

gli occhi per la meraviglia,

destata da quell’insieme

di cose

e tu le stropiccerai il cuore

con un bacio,

colmo di stelle

e lontani veleni.

Annunci