di Giorgio Agosta del Forte

images-1

«Davvero sei un poeta?»

mi chiedesti.

«No, sono un quasi poeta»

ti risposi.

«E cosa ti manca per diventare un poeta?»

mi dicesti.

«L’amore vero»

ti dissi.

«Tipo il bacio del principe a Biancaneve?»

mi domandasti.

«Tipo»

ti risposi.

.

E forse fu così,

che passai

svariati tramonti

e altrettante albe

a leggerti le mie poesie,

che parlano di te,

anche se ancora

quelle parole

non lo sapevano,

e tu,

adagio adagio,

ti innamoravi

e lo sapevi,

e così,

senza accorgermene

e quasi sbadatamente,

diventavo un poeta

a tutti gli effetti,

e gradi,

e latitudini,

e baci.

Annunci