Questo, a mio modestissimo parere, è un articolo troppo importante per non farlo leggere in giro.

Il Prof Bicromatico

Carissimi genitori

avrei voluto scrivere questa lettera tempo fa, la vita mi ha distratto. Ora l’urgenza di queste parole si è fatta quotidiana, come quotidiani sono i volti dei vostri figli e delle vostre figlie. Perdonerete il tono enfatico, ma li avete affidati a me per alcune ore della loro vita, io li ho accolti e ne ho cura per quanto mi è dato, per quanto sono capace. Sento quindi di dovervi scrivere per condividere con voi alcuni pensieri, per chiedervi anche un favore.

Lo faccio su questo mio spazio personale perché è personale quello che devo dire, non è un’idea ufficiale, non è, credo, molto popolare quel che penso e quello che sento di dovervi chiedere. Ma come voi mi avete affidato i vosri ragazzi e le vostre ragazze, io vi affido le mie parole, necessitano anch’esse di cure non meno attente.

Si parla in questi giorni del registro…

View original post 1.815 altre parole