Cambiaversi/12, di Gianluca Berno

Tempo fa avevo pubblicato il primo di questi sonetti ispirati ai generi letterari e ai loro amabili clichéin quel caso sull’orrorifico. Ora è la volta del giallo, o poliziesco, con lo schema di rime ABAB-BABA-CCD-DCD; buona lettura.

*Un omicidio, ovunque sia commesso,

mobilita una qualche polizia,

che fa promesse di presto successo;

ma il ver è in fondo a una traversa via

*e presto vien smorzata ogni euforia.

Così, discretamente, fa il suo ingresso

e trova indizi e il reo di tal follia

una vecchietta, un ispettor dimesso,

*o un fumator di pipa molto acuto:

qualcuno, insomma, che col solo fiuto

risolva il giallo seduto in poltrona.

*Godrà d’immensa stima la persona

e del trionfo che le è ben dovuto,

ma pur di menagramo avrà corona.