Cambiavbersi/19, di Gianluca Berno

Bigino poetico in terzine doppie di decasillabi: due piani e rimati, il terzo tronco e in rima con il terzo della seconda terzina. Ogni due terzine si riassume un capitolo: ecco i primi due.

Cap. I
*Su quel ramo del lago di Como
la minaccia potente d’un uomo
parche [1] nozze si muove a troncar;
*a Perpetua il curato, tremando,
si confida, poi va escogitando
il sistema di non celebrar.
Cap. II
*Giunge Renzo, lo sposo; e, mancino,
già l’intorta il curato in latino:
“Rimettetevi a chi più ne sa”.
*Ma Perpetua, con arte allusiva,
fa intuire qualcosa, e si arriva
a svelare la dura realtà.

Note:

[1] Cioè “povere”, ossia di povera gente.