Satira n° 36 di Gianluca Berno

Decasillabi sul Trattato d’Aquisgrana, un paio di giorni fa siglato dalla Francia e dalla Germania. Il nome “Francrucchia”, con cui do nome al risultato dell’accordo, non è mio, ma è pescato da Youtube, più esattamente da un video di M. Brandi.

Incontratisi presso Aquisgrana,

i due capi di fama malsana

han giurato riunir le metà

*dell’impero che fece re Carlo.

Cede il mobile roso dal tarlo,

si frantuma la falsa unità:

*non c’è Europa ma solo Germania,

e la Francia, compagna d’infamia,

a spartirsi un dannato poter.

*I dementi d’Italia han tuonato:

«Siamo un buco che resta isolato,

loro uniti e noi fuori a veder!».

Non han chiaro ch’è tutto finito,

che li osserva re Carlo basito:

«Dopo secoli, ancor siete qui?».

Questo patto, di morti è la spocchia:

vuol Europa soggetta a Francrucchia;

ma sol guerra può nascer da qui.