Cerca

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Mese

novembre 2019

Eco-drammi

Editoriale di Gianluca Berno, 7 novembre 2019.

Oikonomìa, letteralmente il «governo della casa», è il termine che i Greci antichi usavano per riferirsi alla gestione del patrimonio e a tutte quelle attività che permettono di avere una casa presentabile; non sia mai che, venendo qualcuno, trovi la polvere sui mobili. La colossale multinazionale francoindiana Arcelor-Mittal ha trovato ben altro che polvere, il giorno in cui lo Stato italiano l’ha invitata a prendere un tè… e la più grande acciaieria in Europa. A chi scrive non importa assolutamente nulla di capire chi, tra il Governo di casa nostra e la megaditta estera, stia agendo in malafede. L’obiettivo di queste righe è andare oltre e più a fondo nell’intera questione. Continua a leggere “Eco-drammi”

Stat, magni nominis Umbria

Editoriale di Gianluca Berno, 4 novembre 2019

Secondo le indiscrezioni che gironzolano in rete, pare che finora i soli nomi realmente implicati nel caso dei danari russi a Salvini siano quelli di Giuseppe Conte e di Matteo Renzi. Cose splendide che succedono solo nel bel Paese dove il sì suona; ma alla battuta non seguirà una trattazione puntuale della faccenda, in vero un po’ ridicola fin da quando è apparsa sui giornali: basti osservare che questo caso rischia di scoppiare in faccia all’esecutivo Giallo-Fucsia – di rosso, qui, vedo solo i visi infuriati di certi intellettuali ed elettori del centrosinistra, i quali hanno sfogato su Internet un odio razziale e un tantinello fascista contro chi, tra gli Umbri, ha osato votare il centrodestra. Continua a leggere “Stat, magni nominis Umbria”

Milano d’estate

di Gianluca Berno

In contrasto con la stagione e nell’àmbito della Sinfonia Urbana, pubblico un giochetto poetico/linguistico: la versione milanese ed estiva di Quando calienta el sol, canzone del ’62 con la quale si volle sfruttare in Italia il successo della musica spagnola – a riprova del fatto che certe cose non cambiano mai…

Quand te violenta el sol
a metà luglio,
che dal calore me moeur
anch el piccion,
va’ ti a ciappà el tram,
al Verzér co i dané;
passa a le du in front al Dom
senza el cappell…
quand te violenta el sol!

Blog su WordPress.com.

Su ↑