di Gianluca Berno

In contrasto con la stagione e nell’àmbito della Sinfonia Urbana, pubblico un giochetto poetico/linguistico: la versione milanese ed estiva di Quando calienta el sol, canzone del ’62 con la quale si volle sfruttare in Italia il successo della musica spagnola – a riprova del fatto che certe cose non cambiano mai…

Quand te violenta el sol
a metà luglio,
che dal calore me moeur
anch el piccion,
va’ ti a ciappà el tram,
al Verzér co i dané;
passa a le du in front al Dom
senza el cappell…
quand te violenta el sol!