Cerca

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Categoria

Cambiaversi

Cambiaversi/20

di Gianluca Berno

I Promessi Sposi/seconda puntata

Troverete la prima puntata alla pagina dei Cambiaversi sotto il numero 19. Con un metro sperimentato dallo stesso Manzoni, per esempio nel primo Coro dell’Adelchi, si riassume il romanzo al suo nome legato, due capitoli per volta.

Cap. III

*Le molestie denuncia Lucia,
sì che Renzo si mette per via
e va a Lecco un dottore a cercar:
*l’Azzeccagarbugli il nome sente
di don Rodrigo, così che repente [1]
per timore fa Renzo cacciar.

Cap. IV

*Del padre Cristoforo è narrato
che un signorotto aveva sfidato
e ucciso in duello in gioventù
*per stabilire una precedenza;
si fece frate e ottenne clemenza
in terra, e la spera da lassù.

Note:

[1] “Repentinamente”: avverbio alla latina.

Annunci

Cambiaversi/19

di Gianluca Berno

I Promessi Sposi – prima parte

Bigino poetico in terzine doppie di decasillabi: due piani e rimati, il terzo tronco e in rima con il terzo della seconda terzina. Ogni due terzine si riassume un capitolo: ecco i primi due.

Cap. I
*Su quel ramo del lago di Como
la minaccia potente d’un uomo
parche [1] nozze si muove a troncar;
*a Perpetua il curato, tremando,
si confida, poi va escogitando
il sistema di non celebrar.
Cap. II
*Giunge Renzo, lo sposo; e, mancino,
già l’intorta il curato in latino:
“Rimettetevi a chi più ne sa”.
*Ma Perpetua, con arte allusiva,
fa intuire qualcosa, e si arriva
a svelare la dura realtà.

Note:

[1] Cioè “povere”, ossia di povera gente.

Cambiaversi/18

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Quest’ottava puntata dei sonetti di genere (per i precedenti rimando alla pagina apposita) è sul romanzo rosa e ha la particolare caratteristica d’essere composto sul modello shakespeariano: tre quartine e un distico finale. Lo schema è ABAB-CDCD-EFEF-GG. Continue reading “Cambiaversi/18”

Cambiaversi/17

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Ecco la settima puntata (per le altre, si veda la pagina dedicata ai Cambiaversi) dei sonetti di genere. Questa volta le rime seguono lo schema AABB-AABB-CDC-DCD, mentre il genere scelto è il romanzo psicologico. Continue reading “Cambiaversi/17”

Cambiaversi/16

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Ecco il sesto dei sonetti di genere (v. pagina dedicata): questa volta abbiamo a che fare con il genere comico, quello bistrattato da tutta una tradizione letteraria eppure tanto arduo da mettere in pratica. Una piccola chicca verrà evocata nel testo, questa volta con uno schema provocatoriamente semplice (ma solo in apparenza: AABB-BBAA-CCC-DDD), per cui rimando alle note. Continue reading “Cambiaversi/16”

Cambiaversi/15

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Siamo al quinto sonetto di genere, questa volta sul romanzo storico (per gli altri, rimando alla pagina dei Cambiaversi). Lo schema di rime è questa volta ABAC-CABA-DEE-DDE. Continue reading “Cambiaversi/15”

Cambiaversi/14

Siamo al quarto sonetto di genere (per i precedenti, rimando alla pagina dei Cambiaversi), brani dalla forma antica cui associo il contenuto attuale dei vari sottogeneri romanzeschi. Lo schema di rime è ABAA-BABB-CCD-CDD.

Formazione

*Un giovane che vuol vedere il mondo [1]

comincia un viaggio per terra o per mare

e nel contempo pure nel profondo:

perché egli è un personaggio a tutto tondo.

*Non sarà certo un comodo viaggiare:

ei sentirà dell’avventura il pondo, [2]

avrà nel cuor paura di cambiare,

qualcosa perderà; ma l’acquistare

*sarà adeguato a compensar il danno.

Soddisfazione è il frutto dell’affanno

e tal sarà per lui, cresciuto infine,

*così che il senno travalichi l’anno

ed egli torni al pristino confine

per poi sposarsi: e questo è il lieto fine.

Note:

[1] Si ricordi che «vedere il mondo» era la motovazione per cui Ismaele sale sul Pequod in Moby Dick, quantunque poi il capitano Peleg gli smonti l’entusiasmo.

[2] Pondo, parola latineggiante ancora in voga nella poesia del Settecento, indicava il “peso”, talvolta anche come unità di misura: cfr. l’inglese pound, poi passato a nome di valuta (come il peso argentino).

Cambiaversi/13

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Prosegue l’esperimento dei sonetti di genere: dopo il romanzo orrorifico e quello giallo, tocca alla fantascienza, con lo schema di rime AABA-BBAB-CCD-CDD.

Fantascienza

*Da sempre l’uomo al futuro protende

la mente, che pur tutto non comprende:

così nel pensiero abbandona il pianeta

e all’ultimo universo egli trascende

*con astronavi e, s’altrui non lo vieta,

scavalca il tempo con la mente inquieta.

Solo, il lettor un realismo pretende,

quel pizzico di scienza che l’allieta

*perché per futuribile essa spaccia

ogn’invenzione stravagante, e allaccia

queste conquiste al mondo del possibile;

*m’a volte più convien quando si scaccia

quell’anticipazione ch’è plausibile,

però rivela i tratti del terribile.

Cambiaversi/12

Sonetto di genere di Gianluca Berno

Tempo fa avevo pubblicato il primo di questi sonetti ispirati ai generi letterari e ai loro amabili clichéin quel caso sull’orrorifico. Ora è la volta del giallo, o poliziesco, con lo schema di rime ABAB-BABA-CCD-DCD; buona lettura.

Giallo

*Un omicidio, ovunque sia commesso,

mobilita una qualche polizia,

che fa promesse di presto successo;

ma il ver è in fondo a una traversa via

*e presto vien smorzata ogni euforia.

Così, discretamente, fa il suo ingresso

e trova indizi e il reo di tal follia

una vecchietta, un ispettor dimesso,

*o un fumator di pipa molto acuto:

qualcuno, insomma, che col solo fiuto

risolva il giallo seduto in poltrona.

*Godrà d’immensa stima la persona

e del trionfo che le è ben dovuto,

ma pur di menagramo avrà corona.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑