Cerca

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Tag

Intanto che…

Discorso di fine anno/2019

di Gianluca Berno

Come ogni anno, pubblico il mio discorso finale al popolo dei blog, porgendo a tutti tanti auguri per il 2020.

Italiane e Italiani, vi scrivo

dopo mille sfracelli accaduti

a un Paese, che d’esserne privo

ha pregato con esito van. Continua a leggere “Discorso di fine anno/2019”

Discorso di fine anno/2018

di Gianluca Berno

Endecasillabi sciolti, come l’anno scorso; e, allo stesso modo, auguri a tutti!

O tu che leggi, e di già t’han tediato

con la mattarelliana spataffiata

che sarà in onda a reti unificate,

io ti propongo un discorso diverso;

non meglio o peggio, ma di certo in verso,

un’altra cosa, che non sia già vista

e impaludata, e detta da chi è capo

d’una fazione e non della nazione. Continua a leggere “Discorso di fine anno/2018”

De redditu

Epigramma n° 14 di Gianluca Berno

Terzine dantesche. Metafora sociologica messa in versi fra il 21 e il 22 ottobre, dopo aver visto la scena sulla riva del lago a Varenna (Lecco).

20181021_134700

Dal ristorante, scrollo di tovaglia

fa piovere le briciole di pane Continua a leggere “De redditu”

Nun te regghe chiù

di Gianluca Berno

IMG-20180818-WA0018
Fotografia scattata da un treno il 18 agosto 2018.

«Con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ così che abbiamo noi, che abbiamo visto» – direbbe Paolo Conte – un disastro; e davanti alla futilità di quel che, con altro senno, si sarebbe – di nuovo – potuto evitare, io lancio il mio appello in sestine doppie di settenari.

Continua a leggere “Nun te regghe chiù”

Primo Maggio

Epigramma n° 13 di Gianluca Berno

Endecasillabi milanesi a rima alternata.

L’è el Prim de magg, el dì de lavurà.

Fors è el programma che l’è quel de semper,

fors è la legge che g’han pegioràà:

ma istess me par ch’el dü de november.

Bullismo giuridico

Epigramma n° 12 di Gianluca Berno

Ottonari sciolti per il piccolo Alfie.

Un tribunale britannico,

forte dei suoi codicilli,

ha emesso per risparmiare

l’oggi eseguita sentenza.

I miei complimenti, giudici:

avete ammazzato un pargolo.

La Repubblica ai legislatori

Epigramma n° 11 di Gianluca Berno

Sei quinari con schema AAABBB.

Pensino loro,

prenci [1] del foro:

quel di lavoro

si chiama «posto»

perché l’ho posto

né più lo sposto. Continua a leggere “La Repubblica ai legislatori”

XXII marzo

Epigramma n° 10 di Gianluca Berno

Terzine doppie di decasillabi. Riflessioni sulle Cinque Giornate di Milano, della cui conclusione cade oggi il centosettantesimo anniversario, in un impietoso confronto fra le scelte della città nelle due epoche.

*Cinque giorni di lotta a Milano

nelle piazze e nei corsi e, lontano,

sventolar sulla Guglia maggior

*già si vede la nostra bandiera,

fra dei fumi la cupa barriera. Continua a leggere “XXII marzo”

Esametri post-voto

Epigramma n° 9 di Gianluca Berno

Pochi versi e una citazione aggiornata al momento presente, sempre sulle difficili manovre per trovare una maggioranza.

Giurano tutti che mai si farà un’alleanza al di fuori

della precisa intenzione ch’è uscita dall’urne, e su tutti

giura di più la congerie perdente d’eletti piddini.

Non m’assicurano: timeo Rentium et dona ferentem.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑