Cerca

L'Irriverente

"Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi" [Robert Oppenheimer]

Tag

Metrica

L’Europa di Schroedinger – Sonetto

Satira n° 44 di Gianluca Berno

O tu, che nel famoso esperimento

mostrasti il gatto vivo e morto insieme,

te, Schroedinger, chiamar ora mi preme

per far della politica il commento.

*L’Unione che d’Europa infanga il nome,

costrutta in spregio alla democrazia,

si spacca in due tronconi: quel di zia

Angela e quello nostro, che sul come

*s’evada dalla crisi hanno lontane

vedute. E qui registro il paradosso:

nei quindici dì persi in more strane,

*l’Europa è viva e morta al tempo stesso,

mentre che muore gente e sera e mane;

nell’inattività sarà il trapasso.

I Promessi Sposi – Tredicesima puntata

Cambiaversi/35, di Gianluca Berno

Ciao a tutti, aggiungo un pezzetto al mio lungo bigino in versi del capolavoro di Manzoni.

Troverete qui le precedenti puntate.

Cap. XXV

Liberata la giovine chiede

d’ospitarla ora donna Prassede;

un po’ incerto le dice di sì

*Federigo, che poi fa chiamare

don Abbondio e gli fa confessare

la paura che ebbe quel dì.

Cap. XXVI

Don Abbondio è strigliato dal santo,

e alla fine si pente tra il pianto.

Mentre il voto ad Agnese saper

*fa Lucia, e la lascia sconvolta;

sotto il nome d’Antonio Rivolta,

Renzo è a Bergamo senza veder.

I Promessi Sposi – Dodicesima puntata

Cambiaversi/33, di Gianluca Berno

Troverete le puntate precedenti qui.

Cap. XXIII

Presentatosi l’innominato,

Federigo al suo cuore ha parlato

e l’ha fatto così convertir.

*Don Abbondio, presente, è spedito

da Lucia con il neoconvertito;

e a pensarci, si sente morir.

Cap. XXIV

Ospitata dal sarto e famiglia,

già riabbraccia la madre la figlia;

Federigo le va ad incontrar

*e gli dicono i torti del prete.

Dice al sarto: “Un gran merito avete”.

“Si figuri” può quello abbozzar.

Discorso di fine anno/2019

di Gianluca Berno

Come ogni anno, pubblico il mio discorso finale al popolo dei blog, porgendo a tutti tanti auguri per il 2020.

Italiane e Italiani, vi scrivo

dopo mille sfracelli accaduti

a un Paese, che d’esserne privo

ha pregato con esito van. Continua a leggere “Discorso di fine anno/2019”

Gli Stati Uniti

Sonetto nazionale n° 9 di Gianluca Berno

Cari lettori, dopo tanto tempo ho voluto rinverdire il filone dei Sonetti nazionali – gli altri dei quali si trovano in questa pagina. Dopo la Grecia, ho deciso di andare oltreoceano… Continua a leggere “Gli Stati Uniti”

Palazzo Marino

di Gianluca Berno

Prosegue la Sinfonia Urbana con un nuovo frammento di Milano: si tratta di Palazzo Marino, oggi sede del Sindaco e del Comune tutto, sul quale graverebbe un’antica maledizione…

Ai tempi delle guerre per la terra

(e non per il petrolio che c’è sotto),

l’alta finanza convergeva qui. Continua a leggere “Palazzo Marino”

Indovina l’Autore/5

di Gianluca Berno

Ciao a tutti! La volta scorsa, millenni fa, nessuno ha indovinato l’autore: si trattava di Virgilio che, leggenda vuole, in punto di morte avrebbe chiesto che l’Eneide, destinata a non ricevere la revisione finale, fosse data alle fiamme. Tucca e Varo, i due amici cui fece fare la tremenda promessa, mentirono, com’è noto, e il poema si legge tutt’ora. Continua a leggere “Indovina l’Autore/5”

La Grecia

Sonetto nazionale n° 8 di Gianluca Berno

Dopo millenni, eccomi. La nuova puntata dei Sonetti nazionali si sposta da nord a sud, in Grecia, dove l’Occidente ha una delle sue culle più feconde. Continua a leggere “La Grecia”

La Scandinavia

Sonetto nazionale n° 7 di Gianluca Berno

Cari lettori, proseguo la serie dei Sonetti nazionali spostandomi quasi dall’altra parte della penisola europea: dopo gli Stati iberici, tocca a quelli nordici. Continua a leggere “La Scandinavia”

Blog su WordPress.com.

Su ↑