Nel linguaggio pittorico, un trittico è una unica grande immagine, composta in realtà da tre quadri di dimensioni più modeste, facilmente ritrovabile in qualunque chiesa di origine medioevale.

E a questo punto probabilmente voi internauti vi starete chiedendo: “Embé? Cosa c’entra questa spiegazione con tutto il resto? Credevo questo fosse un blog di letteratura!”.

Ed io, cari lettori, vi assicuro che non sto semplicemente dando spazio inopportuno ad un mio capriccio artistico. La rubrica che vi si para d’innanzi è infatti intitolata “trittico”, perché in essa vi appariranno sempre tre brevi produzioni. L’unica regola che le lega tra di loro è che sono tutte ispirate dal medesimo concetto, scelto a caso, che cambia di settimana in settimana.

E, per quanto riguarda la componente dell’unica immagine più ampia, lasciamo a voi lettori il piacere di trovarla, scaturisca essa dal trovare punti di contatto tra i diversi racconti, o solo provare la convinzione che tutti e tre i racconti siano, in realtà, carta straccia.

Buon divertimento!