Qui di séguito, gli Ircocervi con alcune informazioni di contorno:

Ircocervi/1 – Dario Focrate, Morte accidentale di un filosofo: dialogo platonico e umoristico.

Ircocervi/2 – Lucano Visconti, Farsalo, la terra trema: soggetto di un peplum sulla guerra civile tra Cesare e Pompeo, mai realizzato.

Ircocervi/3 – Gaspare-Marchionne-Baldassarre, Adeste motores: canto di Natale a sfondo satirico, incentrato sulla FIAT.

Ircocervi/4 – Clive Kessler, Navi gemelle: allegra conversazione tra vecchi amici ci porta ad un improbabile equivoco in salsa marinara.

Ircocervi/5 – Antonio Canoa, Amore e Psiche che remano: recensione di una poco nota scultura neoclassica, mostrata nella relativa immagine.

Metroid 2033, di Filippo Mairani: è un ircocervo atipico in quanto la fusione è solo tra due titoli d’ambito videoludico.

Ircocervi/6 – Marco Pollock, Il quadro da un milione: giallo classico, almeno all’inizio, sul furto d’un preziosissimo quadro destinato ad esser venduto all’incanto.

Ircocervi/7 – Sigmund Lloyd’s, L’assicurazione dei sogni: surreale racconto sul lettino dello psicanalista, con finale impreveduto.

Ircocervi/8 – Dario Argentil, Profondo lucido: la leggera tensione avvicina al thriller un quadretto apparentemente tranquillo…

Ircocervi/9 – Ernest Flemingway, Il vecchio e i servizi segreti: l’aventura straordinaria di un povero pescatore in cerca della grande occasione… ma proprio straordinaria!

Ircocervi/10 – Vico della Mirandola, Memoria storica: avere una memoria prodigiosa ha i suoi vantaggi, soprattutto per gli altri; ma può anche essere una condanna per sé.

Ircocervi/11 – Giuseppe Verga, Va’ Malpelo: una novella riuscita può anche divenire materia per un’opera lirica, così com’è accaduto in questo caso. Qui antologizziamo l’aria migliore.

Ircocervi/12 – Giulio Cesare Beccaria, Delle Idi e delle pene: come ribaltare completamente un aneddoto famoso, trasformando la persecuzione del fantasma di Cesare verso Bruto in una requisitoria contro la vendetta.

Ircocervi/13 – Alessandro Goldoni, Storia della locandiera infame: può un personaggio da commedia divenire un mostro agli occhi dell’opinione pubblica e subire una condanna ingiusta? Sì, in questa fusione.

Ircocervi/14 – Dalembrecht & Diderot, Enciclopedia da tre soldi: alcune voci da enciclopedia… molto Irriverenti!

Ircocervi/15 – Addams Smith, Il liberismo macabro: uno dei padri della teoria economica moderna messo alle strette da chi conosce le conseguenze nefaste della sua opera.

Ircocervi/16 – Shakespritz, Soda di una notte di mezza estate: surreale atto unico in cui si moltiplicano le allusioni all’opera del Bardo, pur in una situazione completamente lontana dai suoi tempi e dalle sue tematiche.

Ircocervi/17 – ILVA Zanicchi, Prendi ‘sta diossina: fusione satirica tra Zingara, la canzone con cui Iva Zanicchi vinse Sanremo nel 1969, e le gravi vicende dell’ILVA di Taranto, l’industria colpevole d’enormi crimini ambientali. L’intento non è ridere del dramma, ma metterne alla berlina i responsabili.

Ircocervi/18 – Ugo Pascoli, La sepoltura del fanciullino: breve poesia nel metro dell’autore dei Sepolcri, simile nel tema, con stilemi pascoliani.

Annunci